Progetto Enel Cuore

Nel mese di dicembre 2017 il Consiglio Direttivo della ENEL CUORE ONLUS (Organizzazione non lucrativa di utilità sociale) ha deliberato l’attribuzione di un contributo in denaro a favore della nostra Cooperativa Sociale per realizzare il Progetto “Ciak si Doppia” Call for ideas “Inclusione scolastica degli studenti con bisogni educativi speciali (BES).

Questo progetto che inizierà a settembre 2018 fino a giugno 2019, consentirà di realizzare laboratori didattici sperimentali dedicati allo sviluppo dell’Empatia dell’Alfabetizzazione Emotiva per gli studenti dell’Istituto Comprensivo “Octavia”.

Tali laboratori consentiranno agli alunni di 2 classi di sperimentarsi come attori-doppiatori di sequenze / spezzoni di film, guidati da operatori esperti e professionisti del settore.

Tutto verrà registrato per essere visionato da studenti,operatori,insegnanti e familiari.

A conclusione del progetto si realizzeranno incontri formativi per genitori ed insegnanti, così da consolidare i risultati di un percorso pedagogico a beneficio di quanti vogliano replicare e approfondire l’esperienza.

no comments


Centro per le famiglie

Dal 1 febbraio 2018 si è aperto il Centro per le Famiglie "Officine dei Legami" . Resterà operativo fino al 30 settembre 2019.

Il Centro per le Famiglie “Officina dei Legami”è un servizio offerto dal Municipio XIV ai cittadini del territorio municipale, con lo scopo di realizzare azioni di promozione del benessere delle famiglie. Il Centro è gestito dalla nostra Cooperativa come Mandataria e dalla Cooperativa Azzurra 84 come Mandante La sede è via A. Gabelli n.36 ed è aperto il Martedì ed il Venerdì mattina dalle 9 alle 12 ed il Giovedì pomeriggio dalle 15 alle 18. Il Centro offre:
  • Interventi di counseling psicologico rivolto a coppie genitori e minorenni
  • Servizio di ascolto e supporto individuale legate alla coppia o alla genitorialità.
  • Consulenza legale nell’ambito del diritto minorile e familiare.
  • Azioni previste dalla linea di Servizio UIM “Interventi di recupero e Sostegno per una Genitorialità Condivisa in situazione di Conflitto”, in stretto raccordo con Unità Interdistrettuale per i Minori del quadrante ASL RM1.
  • Sostegno psicologico e legale nei casi di violenza di genere e azioni di contrasto alla violenza.
  • Percorsi di sostegno alla genitorialità rivolti a famiglie che si confrontano su temi di interesse comune guidati da operatori esperti.
  • Servizio per il diritto di Visita e di Relazione”, finalizzato a garantire il mantenimento ed il recupero delle funzioni genitoriali con il genitore non collocatario e/o con adulti di riferimento, su richiesta del Servizio Sociale Municipale in applicazione di disposizioni della Magistratura. Tale servizio viene effettuato il Martedì e Giovedì pomeriggio presso la sede di Via Fanny Tacchinardi 25.
Tutte le prestazioni sono gratuite e ad accesso libero

no comments


Punto di ascolto e sostegno alla genitorialità

Ad Ottobre 2017 abbiamo partecipato al bando di gara promosso dal Municipio XIII dal titolo: “Disposizioni per la promozione dei diritti e opportunità per l’infanzia e l’adolescenza” con fondi 285/97 , in ATI con la Cooperativa EUREKA, per la realizzazione di un Progetto innovativo e sperimentale finalizzato all’accrescimento del grado di inclusività del sistema scolastico. Il progetto vinto, è iniziato, con impegno di tutti gli operatori coinvolti, il 19 aprile 2018 e terminerà il 18 marzo 2019 (chiusura in luglio e agosto). Il progetto si compone di 2 Azioni Azione 1 Sono pacchetti di servizio flessibili per l’inclusività scolastica e viene svolto dalla Cooperativa EUREKA presso le scuole del Municipio XIII tramite vari Laboratori centrati su temi quali:

  • Linguaggi espressivi, emozionali e affettività
  • Arti espressive, suoni e movimento
  • Per la promozione e la solidarietà della cittadinanza attiva, ambiente e diversità.
Tale azione prevede anche una attività educativa a domicilio nonché uno sportello d’ascolto di raccordo con l’Azione 2. Azione 2 E’ un punto di ascolto e di sostegno alla genitorialità svolto dalla nostra cooperativa in una sede messa a disposizione del Municipio XIII Roma Aurelio sita in  Via Pier Delle Vigne n. 3. Il servizio è aperto lunedì e martedì con orario 12/16 e il giovedì e sabato con orario 8.30/12.30 ed è formata da un’équipe di 6 professionisti tra assistenti sociali, educatori e psicologi. Il punto d’Ascolto è rivolto ai nuclei familiari del territorio XIII di ogni tipo, che stanno attraversando momenti di criticità o transizione nel loro ciclo di vita. Gli interventi previsti sono:
  • Counseling psicologico: di gruppo ed individuale;
  • Incontri a tema rivolti ai genitori per confrontarsi su alcune tematiche specifiche (emozioni, web, regole, adolescenza, ecc…);
  • Incontri psico-informativi sui disturbi dello sviluppo;
  • Parent training: percorsi di gruppo per genitori di bambini con difficoltà;
  • Coping power: corso di formazione per insegnanti e genitori sulle prevenzioni di comportamenti dirompenti;
  • Gruppo AMA(Auto Mutuo Aiuto) gruppo di confronto, condivisione e sostegno tra genitori adottivi e affidatari;
  • Salotto educante: spazio informale per accogliere dubbi e curiosità;
  • Spazio Neogenitori→ Uno spazio informale per neo-genitori, all’interno del quale due educatrici accoglieranno i vostri dubbi e curiosità,
  • Sos Educatore → Per chi desidera un confronto su tematiche educative,
  • Cineforum (con spuntino e dibattito).
Brochure Attivitá punto d'ascolto Fronte Brochure Attivitá punto d'ascolto Retro Brochure punto d'ascolto Fronte Brochure punto d'ascolto Retro

no comments


Centro di Aggregazione Giovanile CAG

L’idea di un Centro di Aggregazione Giovanile nel territorio del Municipio Roma XIV nasce nel 2004 con l’istituzione di un Tavolo di Lavoro sull’Adolescenza. Al tavolo hanno partecipato diversi Enti del Terzo Settore e strutture pubbliche e private che hanno lavorato per vari anni con i minori e le loro famiglie.
A gennaio 2008, a seguito dell’assegnazione in risposta a Bando Pubblico, prende avvio il primo Centro di Aggregazione Giovanile nel Municipio XIV (ex 19) gestito in ATI, con la nostra cooperativa mandataria e altre 4 cooperative del territorio come mandanti.
Tale progetto, seppur attraverso altri bandi pubblici, ai quali abbiamo partecipato e vinto proseguirà fino a giugno 2016.
Il Centro ha rappresentato negli anni un luogo “significante e aggregante”, volto alla prevenzione del disagio giovanile ed alla promozione del benessere sociale per i giovani.
Ha offerto loro strumenti che hanno accresciuto il senso di appartenenza alla comunità e la capacità di partecipare alla vita sociale del quartiere e della città, promuovendo i valori dell’inclusione e dell’integrazione.
Nel tempo ha offerto spazi di cogestione e iniziative volte al coinvolgimento delle/i giovani del nostro territorio. Siamo stati invitati a vari eventi pubblici e ci è stata data la possibilità di farci conoscere, attraverso i nostri laboratori , anche sul territorio romano.
Nell’agosto 2017 abbiamo partecipato, come mandataria e Eureka I come mandante, al Bando Pubblico per la gestione di Centri Creativi Solidali.
L’11 Giugno 2018 abbiamo avviato il progetto con sede principale a via A. Gabelli n.36 il lunedì, martedì e venerdì.
Il progetto si concluderà il 30 giugno 2018.

no comments


Tutta un’altra Musica

Si è concluso nel mese di marzo il progetto di laboratorio musicale realizzato in alcune scuole elementari di Roma. Il progetto realizzato dalla cooperativa S.Onofrio ha visto coinvolti circa 80 bambini ottenendo importanti risultati sul piano educativo. Il progetto “Tutta un’altra Musica“ è stato realizzato nel corso dell’anno scolastico 2017/2018 presso le scuole primarie “Octavia “ dell’Istituto comprensivo Octavia e “ Maglione“ dell’Istituto Comprensivo Pietro Maffi. Una prima fase del percorso è stata dedicata alla presentazione del progetto ai docenti, agli allievi e alle loro famiglie. Al progetto hanno aderito 2 classi di 3°elementare per la scuola Octavia e 1 classe 3° e 1 classe 5° elementari della scuola Maglione: le classi composte da circa 20 bambini ciascuna, sono state scelte proprio perché particolarmente fragili. L’attività è stata proposta settimanalmente per un totale di 15 incontri a classe della durata di un’ora. Al termine dell’attività, durante il saggio finale, i bambini hanno presentato il loro lavoro e si sono esibiti in una breve performance, al quale hanno partecipato i genitori coinvolti anch’essi in prima persona in una lezione aperta. In occasione del saggio finale è stata acquistata anche una conga. Il lavoro svolto durante tutto il percorso, è stato documentato attraverso riprese foto e video, per la realizzazione di un CD che racconta quest’esperienza e che sarà consegnato ai due istituti scolastici coinvolti. Al termine di questa esperienza possiamo fare un bilancio più che positivo. I ragazzi hanno partecipato attivamente al lavoro di volta in volta proposto superando in alcuni casi timidezza e ansia, in altri imparando a controllare comportamenti/modalità provocatorie o semplicemente esuberanze, e in ogni caso si sono messi in gioco. Durante il saggio finale i bambini delle due classi della scuola Maglione hanno consegnato al conduttore una raccolta di disegni, pensieri e temi relativi all’esperienza vissuta durante l’attività che hanno intitolato “La musica è un dono“. All’interno ognuno di loro ha potuto esprimere liberamente le proprie sensazioni ed emozioni. Con gran piacere riportiamo di seguito le parole di un alunno della classe V, che ci ha colpito particolarmente. “Quando seppi di questo progetto, pensai immediatamente: Sarà una di quelle cose che ci costringono a fare a scuola, un progetto come tanti, ma mi stavo assolutamente sbagliando. La prima lezione fu emozionante ma in confronto alle altre era solo un assaggio di ciò che siamo arrivati a fare. Sappi che non sto scrivendo tutto solo perché devo fare un tema carino, ma perché ho davvero adorato farlo! Insomma ascoltare una canzone o una base musicale è bello, ma suonarla è davvero stupendo! Lascia davvero tanto spazio alla creatività, specialmente con un maestro bravo come te quindi farò come hai detto e…sarò creativo!“ Una volta letti i biglietti dei ragazzi possiamo dire d’aver superato la prova più dura e ottenuto il risultato più importante. In termini di obiettivi raggiunti i partecipanti hanno:

  • arricchito la loro conoscenza tecnica sul funzionamento degli strumenti a percussione;
  • trovato nuovi linguaggi espressivi attraverso la musica, il colore e la conoscenza del proprio corpo;
  • scoperto per la prima volta o riscoperto il piacere della manipolazione creativa e della creatività in generale;
  • costruito nuove amicizie o rinsaldato quelle già in essere all’interno della scuola ;
  • trovato sostegno per ansie e timori, legati tanto alle difficoltà personali quanto ai cambiamenti tipici del periodo adolescenziale.
  Anche i docenti dei due istituti, hanno dato un ottimo riscontro nel corso degli incontri di verifica svolti in corso d’opera e in conclusione dell’esperienza. Alla luce di quanto sopra il nostro bilancio è del tutto positivo. Annalisa Guardamigli (Responsabile del progetto) Riccardo Spreghini (Docente) Francesco Anzalone (Tutor d’aula)

no comments